Accoglienza, serenità pace e voglia di donarsi: questo il clima che si respira nella casa di spiritualità della Diocesi, ambiente ideale per assaporare il valore della Parola

Cenni storici

Nel 1523 i nobili Morigia comprarono questa villa che, successivamente, venne donata ai Barnabiti che ne fecero centro di preghiera ed accoglienza. Nel 1917 la Compagnia di Gesù riscatta la villa che, dopo anni di restauro, venne inaugurata e chiamata “Villa Sacro Cuore” perché, con l’occasione, venne posta una grande statua in rame del Sacro Cuore sulla terrazza della villa stessa. Nel 1984 i padri Gesuiti lasciano la villa che passa alla Diocesi Milano come casa diocesana di spiritualità. Villa Sacro Cuore oggi accoglie gruppi parrocchiali, istituti religiosi, movimenti ecclesiali per giornate di preghiera, ritiri spirituali, adorazioni mensili, ….

Il complesso

La villa dispone di diverse aule didattiche da 20 fino a 180 posti, una sala da pranzo per 280 coperti nonché di 115 camere tra singole, doppie e triple, tutte con bagno privato per un totale di 197 posti letto. Inoltre, a disposizione, cinque diverse cappelle che garantiscono il raccoglimento e la preghiera personale.